Metodo molto simile al precedente, ma la chiusura dello stampo e ottenuta creando un vuoto in una camera perimetrale dello stampo appositamente creata con un vuoto pari a – 0.9 bar, successivamente, nella parte dello stampo destinata a produrre il pezzo, andiamo a creare un altro livello di vuoto a -0.5 bar; si inietta la resina catalizzata dal perimetro esterno e si estrae l’aria dal centro dello stampo. Con questo sistema, sfruttando la pressione in negativo del vuoto, sono sufficienti stampi abbastanza leggeri e molto meno costosi della RTM Classica.

Le superfici dei prodotti risultano molto curati e belli da entrambe i lati, la qualità dei pezzi è ottima visto il buon rapporto fibra/resina, e il sistema di stampaggio, visto i bassi costi, si puo applicare anche a poche centinaia di pezzi all’anno.